VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI – NOVITA’ INTRODOTTE DAL D.LGS. 62/17

Gent.li genitori,

quest’anno il D.Lgs 62/17 ha introdotto delle novità nelle modalità di valutazione degli alunni, che vi riassumo in vista degli scrutini del 1° quadrimestre e della successiva consegna delle pagelle.

PER LA SCUOLA PRIMARIA

  • Nel primo quadrimestre della classe 1^ (e solo per la classe prima) non troverete voti in pagella, ma una descrizione delle competenze acquisite da vostro/a figlio /a. Questa è una decisione assunta dal collegio dei docenti per garantire un tempo più lungo ai bambini nel prendere confidenza con la scuola primaria e le sue modalità di valutazione.
  • Anche se ci dovessero essere insufficienze (5 in pagella), queste non necessariamente precluderanno la promozione.
  • Oltre ai voti, ci sarà in pagella un giudizio complessivo sulle modalità di apprendimento del bambino (partecipazione, impegno, interesse, ecc.)
  • Nel giudizio di comportamento si terrà conto, tra le altre cose, anche dei comportamenti che denotano una “buona educazione” da parte dei bambini (salutare, ringraziare, chiedere scusa, ecc.), così come previsto dal nostro Patto di Corresponsabilità con le famiglie.
  • Viene introdotta la prova INVALSI di inglese nelle classi quinte. Quindi nel mese di maggio ci saranno le prove INVALSI nelle classi seconde (per italiano e matematica, come di consueto) e nelle classi quinte (per italiano, matematica e inglese).

PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

  • Anche se ci dovessero essere insufficienze in pagella, queste non necessariamente precluderanno la promozione o l’ammissione all’Esame di Stato.
  • Il voto di comportamento viene sostituito da un giudizio, nel quale si terrà conto anche dell’uso corretto delle tecnologie digitali, della eventuale presenza di note disciplinari e dei comportamenti che denotano una “buona educazione” da parte dei ragazzi (salutare, ringraziare, chiedere scusa, ecc.), così come previsto dal nostro Patto di Corresponsabilità con le famiglie.
  • Oltre ai voti, ci sarà in pagella un giudizio complessivo sulle modalità di apprendimento del ragazzo (partecipazione, impegno, interesse, metodo di studio, ecc.)
  • Per l’ammissione all’Esame di Stato è indispensabile aver svolto le prove INVALSI, previste nel mese di aprile, che da quest’anno comprenderanno: italiano, matematica e, per la prima volta, la lingua inglese.
  • Le prove INVALSI saranno svolte al computer.
  • Il Presidente della commissione d’esame sarà il dirigente della scuola, e non più un preside esterno.
  • Il voto conclusivo dell’esame è determinato dalle seguenti valutazioni:

–          Voto di ammissione all’esame (“pesa” per il 50%)

–          Voto della prova scritta di italiano

–          Voto della prova scritta di matematica

–          Voto della prova scritta nelle lingue straniere (unico voto per le due lingue)

–          Voto del colloquio d’esame.

  • A conclusione del percorso le famiglie riceveranno 3 documenti dalla scuola:

–          La scheda di valutazione (pagella) con i voti delle discipline e i giudizi (giudizio complessivo e giudizio sul comportamento);

–          L’esito delle prove INVALSI di italiano, matematica e inglese, rilasciato dall’INVALSI stesso;

–          Una certificazione delle competenze chiave e di cittadinanza sviluppate nell’arco del triennio.

Sul nostro sito www.ictinamerlin.gov.it potete trovare, nel Piano dell’Offerta Formativa della scuola, ulteriori informazioni sui criteri di valutazione adottati.

                                                                                                                                                             La dirigente scolastica

                                                                                                                                                             Bruna Codogno

Torna su