Informativa ULSS Vaccinazioni

Legge 31 luglio 2017, n. 119

Per indirizzare l’utenza interessata agli adempimenti della legge 31 luglio 2017 n.119 “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale, di malattie infettive e di controversie relative alla somministrazione di farmaci”, si riportano di seguito alcune schematiche indicazioni relative alle attribuzioni previste dalla legge ed alle modalità individuate dall’Azienda ULSS1 Dolomiti per ottenere i certificati vaccinali.

CERTIFICATI VACCINALI

Per informazioni relative al rilascio dei certificati vaccinali è possibile chiamare:

Per il distretto di Belluno il numero telefonico dedicato 0437-514560 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 11.30 alle 13.00.
Per il distretto di Feltre il numero telefonico dedicato 0439-883892 attivo il lunedì dalle 13.30 alle 15.30 e il mercoledì dalle 9.30 alle 11.00.

Per facilitare l’utenza è inoltre possibile richiedere il certificato vaccinale via e-mail ai seguenti indirizzi:

  • serv.igiene.bl@aulss1.veneto.it per i residenti delle zone di Belluno, Alpago, Longarone, Zoldano
  • serv.igiene.ag@aulss1.veneto.it per i residenti delle zone dell’Agordino
  • serv.igiene.pc@aulss1.veneto.it per i residenti delle zone del Cadore, Comelico ed Ampezzano
  • vaccinazioni.mel@ulssfeltre.veneto.it
  • vaccinazioni.feltre@ulssfeltre.veneto.it
  • vaccinazioni.sgiustina@ulssfeltre.veneto.it
  • vaccinazioni.sedico@ulssfeltre.veneto.it

Nella richiesta dovrà essere indicato il nominativo del minore, la data di nascita e la residenza; dovrà inoltre essere allegata copia del documento di identità del genitore richiedente. Le indicazioni sopra riportate potranno essere suscettibili di eventuali modifiche in funzione delle disposizioni regionali.

ANNO SCOLASTICO 2017-18

Soggetto Azioni

DIRIGENTE SCOLASTICO

· Richiede ai genitori la documentazione inerente le vaccinazioni obbligatorie

  • entro il 10/09/2017 per i Servizi educativi e Scuole dell’infanzia (0-6 anni)
  • entro il 31/10/2017 per le Istituzioni del Sistema Nazionale di istruzione (6-16 anni)

che potrà essere scelta tra una delle seguenti opzioni:

A) autodichiarazione su modello ministeriale
B) prenotazione all’appuntamento per la somministrazione delle vaccinazioni non ancora effettuate
C) certificato vaccinale
D) certificato di esonero rilasciato dal Medico di Medicina Generale o Pediatra di

Libera Scelta: Nei casi A e B la situazione va regolarizzata presentando il certificato vaccinale entro il 10/03/2018.

  • Invia all’Azienda Sanitaria, entro 10 giorni successivi i termini, i nominativi dei soggetti che non hanno presentato la documentazione.
  • Comunica all’Azienda Sanitaria le classi nelle quali sono presenti più di 2 alunni non vaccinati.

N.B. In assenza della documentazione i minori 0-6 anni non possono essere ammessi alla scuola dell’infanzia

GENITORE

· Presenta alla scuola la documentazione richiesta

  • entro il 10/09/2017 per i Servizi educativi e Scuole dell’infanzia (0-6 anni)
  • entro il 31/10/2017 per le Istituzioni del Sistema Nazionale di istruzione (6-16 anni)

che potrà essere scelta tra una delle seguenti opzioni:

A) autodichiarazione su modello ministeriale
B) prenotazione all’appuntamento per la somministrazione delle vaccinazioni non ancora effettuate
C) certificato vaccinale da richiedere presso gli ambulatori vaccinali
D) certificato di esonero rilasciato dal Medico di Medicina Generale o Pediatra di

Libera Scelta: Nei casi A e B la situazione va regolarizzata presentando il certificato vaccinale entro il 10/03/2018.

Si consiglia, in fase iniziale, l’utilizzo dell’autodichiarazione.

N.B. In assenza della documentazione i minori 0-6 anni non possono essere ammessi alla scuola dell’infanzia

SERVIZIO VACCINALE AZIENDALE

  • Rilascia le certificazioni vaccinali
  • Fissa gli appuntamenti e rilascia l’invito con la data dell’appuntamento per la somministrazione delle vaccinazioni
  • Consulta gli archivi vaccinali e provvede a richiamare i genitori dei bambini non in regola per informazioni e successiva somministrazione dei vaccini
  • Fornisce le informazioni necessarie e si rende disponibile a supportare i genitori e gli operatori scolastici
  • Acquisisce i certificati di esonero
  • Inizia l’iter per comminare la sanzione amministrativa-pecuniaria ai genitori dei bambini che non fanno somministrare i vaccini ai minori
Torna su